Molti comprendono che sofferenze alla schiena e al resto del corpo sono spesso dovute a una cattiva postura, ma trovano difficile modificare abitudini di vecchia data. In questo libro, Mary Bond spiega perché una sana postura derivi non soltanto dall'allenare i nostri muscoli a disporsi nel modo ideale: i fattori emotivi infatti contribuiscono a una postura scorretta almeno tanto quanto le cattive abitudini di movimento, ed entrambi svolgono un'influenza reciproca gli uni sulle altre. "Il nostro modo di camminare," afferma Mary Bond, "è la firma del nostro corpo." Alcune caratteristiche strutturali, a maggior ragione quando si conduce uno stile di vita sedentario, sono particolarmente importanti per l'allineamento del corpo; per questo l'Autrice individua sei zone attraverso le quali passa ogni trasformazione posturale: il pavimento pelvico, i muscoli della respirazione, l'addome, le mani, i piedi e la testa. Per ciascuna di queste zone vengono proposti gli esercizi fai-da-te necessari per ristabilire una corretta funzionalità, il tutto accompagnato da elementi di ergonomia e casi clinici volti a ispirarci e a farci riflettere sui nostri movimenti più abituali.

Marco Bianchi è un volto che tutti abbiamo imparato a riconoscere: dal blog di Repubblica, a Raitre, alla Prova del cuoco su Raiuno. E non appena approdato nel programma di Antonella Clerici, Marco è stato promosso in apertura. L'ascesa appare inarrestabile, così come la sua proposta del perfetto mix tra cucina e benessere. In questo nuovo libro Marco, senza tralasciare una nutrita sezione di nuove e gustose ricette, torna ai fondamentali, per raccontarci di ogni alimento le proprietà nutritive e mostrandoci come spesso in casa, per curarci da un improvviso mal di testa, una difficile digestione o un fastidioso raffreddore, non ci sia bisogno di aprire "l'armadietto dei medicinali", ma si possano anche utilizzare solo i cibi del nostro frigorifero. Marco ci insegna che si può difendere il nostro corpo costruendo una barriera naturale con semplici alimenti, perché cucinare e gustare i cibi sia sempre più una manifestazione di amore e rispetto verso se stessi. Belli&Buoni è la summa della sapienza culinaria dell'autore, che in questo libro raccoglie e aggiorna tutto il corpus delle sue conoscenze scientifiche e delle sue ricette, organizzandole attorno a 10 macrocategorie di nutrienti fondamentali: dalla frutta secca ai cereali integrali, dai legumi a verdura e frutta, dal pesce azzurro alle spezie. Belli&Buoni contiene tutto ciò che dobbiamo sapere per prenderci cura di noi e della nostra salute a tavola: scopriremo quali cibi ci curano e ci consentono di fare concretamente prevenzione, quali ci proteggono dalle più insidiose e diffuse patologie, quali sono indicati nei diversi periodi dell'anno, quali proprietà sono collegate ai diversi colori degli alimenti, e l'impatto di ciascuna di queste sostanze sul nostro corpo. Soprattutto, però, scopriremo mille e un modo per trasformare tutte queste bontà per la salute in delizie per il palato: Belli&Buoni contiene oltre XX ricette, tra nuove e rivisitate, tutte voluttuose, saporite, stuzzicanti. Perché secondo Marco Bianchi il cibo sano non è solo buono per la salute, ma deve anche avere il gusto giusto!

Michael Nicholas Salvatore Bongiorno detto Mike partecipa alla Resistenza, finisce a San Vittore vicino di cella di Indro Montanelli e vede in faccia la morte con un plotone di esecuzione che si ferma al prigioniero prima di lui. L'Italia inizia la Ricostruzione e lui, su suggerimento di Vittorio Veltroni, padre di Walter, cambia il nome in Mike e inizia la carriera televisiva più lunga del mondo. Mentre il Paese si sposta dalla luce delle lucciole a quella del televisore, Mike è protagonista e motore di questa rivoluzione antropologica, focus del rituale collettivo di "Lascia o raddoppia". Umberto Eco ne coglie la portata sociale e ne analizza il carattere nella sua "Fenomenologia di Mike Buongiorno". Silvio Berlusconi lo sceglie come avanguardia e portabandiera della sua avventura televisiva, gli fa un'offerta di quelle che non si possono rifiutare e con lui fonda un impero mediatico e culturale. Mentre la sua età biologica rimane incredibilmente indietro rispetto a quella anagrafica, al fianco di Fiorello recupera una seconda giovinezza e diventa idolo di un pubblico molto più cool e postmoderno di quello a cui era abituato. "La versione di Mike" è la sua prima, vera, autobiografia.

La magia di Babbo Natale, il racconto pieno di poesia e di speranza di un bambino nato in una stalla per salvare gli uomini, il presepe che lo ricorda, l'albero carico di luci e di colori della tradizione nord-europea, il calore della famiglia che si riunisce: sono tanti gli aspetti del Natale che da sempre emozionano grandi e piccini. Anche se molti non ne vivono più la dimensione religiosa e nonostante il carattere consumistico che ha assunto, il 25 dicembre resta un giorno speciale. In questo, più che in altri momenti dell'anno, gli uomini abbandonano le difese di cui si circondano abitualmente e rivelano i propri sentimenti più autentici: speranze, dubbi, paure, desiderio di appartenenza, senso di solitudine. È a queste emozioni profonde che i grandi narratori di tutti i tempi hanno dedicato alcune delle loro pagine migliori, poetiche e profonde ma anche irridenti e sottilmente inquietanti. In questa selezione sono presenti classici, come "Un albero di Natale" di Dickens o le novelle di Luigi Capuana e di Grazia Deledda, ma anche racconti contemporanei, come quello di Silvana De Mari, che immagina la lettera a Babbo Natale scritta da un ragazzino degli anni 2000, o quello di Giovanni Arpino, in cui la consapevolezza del mondo di un bimbo di otto anni si confronta con quella di suo padre; o la storia, ricca di poesia, di Van Dyke sul quarto Magio, il saggio che, al pari dei tre Magi più famosi, si mise alla ricerca del bambino, arrivando ben più lontano rispetto a loro.

Per Cal, è come essere in paradiso. Chilometri e chilometri di scaffali sui quali sono conservati centinaia di migliaia tra manoscritti, documenti antichi e reperti inestimabili. E quel tesoro immenso è lì, a sua disposizione. Grazie al ruolo da protagonista svolto nel caso del sacerdote con le stimmate rapito da un’organizzazione neonazista, Cal ha ricevuto da papa Celestino VI un privilegio unico: l’accesso illimitato alla Biblioteca Vaticana e all’Archivio Segreto Vaticano. Cal ne approfitta subito per svolgere una ricerca su un oscuro cardinale italiano vissuto a metà dell’Ottocento, durante la prima guerra d’Indipendenza e i moti rivoluzionari. E s’imbatte in una lettera privata in cui si fa riferimento a un banchiere e all’urgenza di trasferirlo di nascosto fuori Roma. Nel corso dei suoi studi, Cal ha imparato a fidarsi del proprio istinto, e l’istinto adesso gli suggerisce di approfondire quella strana vicenda. Ed è così che, passo dopo passo, Cal si convince dell’esistenza di un ingente debito contratto dalla Chiesa con una banca posseduta da una famiglia ebrea e mai restituito. Cal informa il pontefice della sua scoperta, e la richiesta di Celestino è sorprendente: trovare le prove che quel debito è ancora valido. Quali sono le reali intenzioni del papa? Cal non è l’unico a porsi questa domanda. Alcuni membri della Curia ritengono che in gioco ci sia la sopravvivenza stessa della Chiesa, e sono pronti a tutto pur di fermare le ricerche di Cal e i progetti segreti del papa…

Non è mai facile avere quattordici anni. Le difficoltà della vita sembrano insormontabili, il futuro così lontano e incerto... A volte per lasciarsi alle spalle una realtà dolorosa e insostenibile la fuga sembra l'unica soluzione. È il caso di Tar, che con Gemma decide di scappare da una casa di genitori violenti e alcolizzati, e di adattarsi a vivere per strada e in case occupate. Ma c'è anche un altro tipo di fuga, che promette ancor più di allontanare problemi e sofferenze, sollevare corpi troppo pesanti per giovani anime che aspirano alla leggerezza: l'eroina. E Tar e Gemma, insieme, scopriranno l'altra faccia di una droga che, impietosa, annulla e cancella personalità, dignità ed emozioni. Un romanzo di formazione crudo, vero e profondo, ma anche una storia di rinascita e riscatto, di scelte coraggiose per liberarsi dalla dipendenza e di un nuovo, seppur difficile, inizio. Un commovente diario a più mani, un grido di amore e di forza lanciato a lacerare il silenzio che circonda il mondo dell'adolescenza interrotta.

Cosa succede se non hai altro se non la tua rabbia a cui attaccarti per sopravvivere? E se il mondo che ti è intorno sembra frantumarsi a ogni passo? Billie sa di non avere più possibilità. Non può più farsi trovare in una rissa, a picchiare chiunque la provochi. Verrebbe cacciata dall'ennesima famiglia affidataria e dall'ennesima scuola. Invece ci ricasca. Chris da quattro anni si rifiuta sistematicamente di studiare, eppure è intelligente e sveglio. I professori non lo sopportano più e all'ennesima provocazione lo sbattono fuori. Rob è considerato un violento, ma in realtà è il più indifeso di tutti, e sembra impossibile che riesca a uscire dall'ennesimo guaio in cui si è cacciato. Tutti, là fuori, saprebbero raccontare la loro storia, infarcendola di bugie, però Billie, Chris e Rob non l'hanno mai veramente raccontata a nessuno. Ma la musica migliore viene quando sei costretto a improvvisare, e allora la rabbia diventa uno strumento da suonare, perché la cosa più difficile, a volte, è farsi ascoltare. Bruciante, crudele e diretto come un pugno in faccia o il primo amore...

All'inizio della sua carriera sul mare Jim è certo di essere in grado di fronteggiare il pericolo. È giovane e ha fame di avventura. Ma quando il Patna, un "piroscafo vecchio come Matusalemme" con il suo carico di pellegrini è in procinto di affondare, Jim salta e abbandona la nave e i passeggeri al loro destino. È ora un comandante disonorato, distrutto dal senso di colpa e in cerca di redenzione. La trova in un remoto villaggio del Borneo dove, di fronte a un nuovo pericolo, non indietreggerà. Jim, scrive Conrad, "era uno di noi" e questo romanzo, un vero capolavoro, affonda nelle pieghe dell'anima dove viltà e coraggio, colpa e redenzione chiedono di essere compresi. Pubblicato nel 1900, primo grande capolavoro della maturità artistica conradiana, Lord Jim inaugura la grande stagione del romanzo contemporaneo e il su00o protagonista incarna le indecisioni di un uomo qualunque destinato, pur nel fallimento, a essere testimone di un ideale.

Pirati sanguinari, avidi commercianti e uomini assetati di vendetta: i mari che separano la costa africana da quella dell’India sono pieni di insidie e di pericoli. Ma per un Courteney l’unico pericolo degno di questo nome è quello che tocca la sua famiglia. O il suo onore. Così, quando Tom, uno dei figli di Sir Hal Courteney, avvista un mercantile che sta per essere attaccato dai pirati, non esita a intervenire, mettendo a repentaglio la propria vita e quella delle persone a lui più care. L’esito dello scontro segnerà il suo futuro grazie a una svolta inaspettata. Nelle stesse ore, nel Devonshire, un altro Courteney, Francis, sta prendendo la decisione più importante della sua vita: sull’orlo della rovina, prende il mare spinto dalla sete di riscatto e di vendetta. Tom Courteney, che è suo zio e vive a Città del Capo, ha infatti ucciso suo padre. Al suo arrivo in Sudafrica, però, Francis si troverà di fronte a una verità sconvolgente.
Dopo Monsone, il re dell’avventura torna a sorprenderci con una nuova appassionante epopea che inizia nell’estremo sud dell’Africa e attraversa il mar Arabico, approdando sulle coste dell’India. Un’avventura in cui intrighi, amori e tradimenti non lasciano scampo al lettore, riconfermando il posto di Wilbur Smith tra gli autori più amati dai lettori.

Il mio cuore è nato nella lunga estate rovente del 1976. Fu allora che la mia vita iniziò, il mio amore fu sigillato, la mia anima si perse e si infranse. Fu l’estate di molte cose: calore e violenza, amore e odio, sogni e incubi, paradiso e inferno. L’estate dei miei diciassette anni.
Il racconto di Lili comincia con l'estate del 1976, quella che cambiò per sempre la sua vita: l'estate in cui nacque il punk e la sua band, i Naked, l'estate del sesso, della droga, degli eccessi, ma anche dell'amore. Dall'incontro con Curtis Ray, il dio della musica, leader della band, all'ingresso nel gruppo del misterioso ragazzo irlandese che le ruberà il cuore. La vita di Lili e dei Naked corre in parallelo con un pezzo di storia della musica e della Londra di quegli anni, scossa dalla nascita di un nuovo violento movimento culturale e dilaniata dal terrorismo.

Pagina 1 di 3

collegamentocomune

bibliomo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle novita' della biblioteca


Ricevi HTML?